Il Festival del Medioevo in programma a Gubbio dal 26 al 30 settembre incrocia le grandi questioni del mondo contemporaneo.
Festival del Medioevo       Festival del Medioevo
Mille anni che rappresentano il crogiolo della nostra civiltà, dieci secoli in cui sono nate le lingue europee, le nazioni, le banche e le università. In cui si sono sviluppate le esplorazioni oceaniche e le prime sperimentazioni meccaniche. Un’età di innovazioni continue e di scoperte scientifiche: dalla ruota idraulica al mulino a vento, dalla bussola agli orologi meccanici, dalla forchetta, la pasta e il salame ai numeri arabi e al nome delle note musicali. Ecco a voi l’Età di Mezzo, pronta a farsi scoprire grazie al Festival del Medioevo, che per la sua quarta edizione ha scelto il tema “Barbari. La scoperta degli altri”. Dal 26 al 30 settembre Gubbio ospiterà questa importante manifestazione ricca di eventi e di relatori illustri che racconteranno le grandi migrazioni, la difesa dei confini, l’identità di quegli individui e di quei popoli diversi da noi, quelli che parlano lingue strane e appaiono come nemici. Un viaggio, una scoperta, tra l’alterità e l’identità, tra l’amico e lo straniero, per raggiungere una meta o superare le separazioni. Un appuntamento, quello con il Festival, insieme colto e popolare, con più di cento eventi e oltre duecento protagonisti tra storici, scrittori, artisti, architetti, scienziati e giornalisti in una formula ben lontana da feste medievali e rievocazioni, che tuttavia non mancheranno. Nel fitto programma della cinque giorni ci saranno così le Lezioni di Storia, la Fiera del Libro Medievale e l’evento Miniatori e Calligrafi dal Mondo, un omaggio indiretto a Steve Jobs che nella scuola del calligrafo Palladino apprese i segreti dei caratteri, l’eleganza dei segni e i messaggi subliminali del design che poi trasferì ai “font” del Mac. E poi ancora anteprime della stagione televisiva di RAI Storia, un appuntamento culturale dedicato alla vita quotidiana nelle città italiane dei secoli XI-XV, la mostra “Gubbio al tempo di Giotto”, approfondimenti con focus e tavole rotonde tra cui la “Tolkien session 2018”, che esplora il mondo dell’autore de “Il Signore degli Anelli”, nonché spettacoli e appuntamenti serali. Infine il Fuori Festival, viaggio tra musica e filosofia nel chiostro del complesso monumentale di San Pietro. Una grande lente sul passato per capire meglio il presente. E per provare a vedere con occhi nuovi quell’Età di Mezzo che tanto somiglia alla nostra.
(Per il programma completo: festivaldelmedioevo.it)
Festival del Medioevo       Festival del Medioevo

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata